Pietro Occhiuto

Pietro Occhiuto

sabato 23 marzo 2013

Dai Bersani, adesso stupiscici!

Caro Bersani,
Napolitano ti ha conferito l'incarico, comincia la tua via crucis.
Eh si perchè l'incarico non è pieno, te lo ha dato con tanti paletti.
Lo si è definito esplorativo, che più esplorativo non si può forse perchè in fondo al suo cuore spera davvero di rifare una riedizione del Governo Monti. E poi Grillo e Berlusconi non faranno nulla per renderti la vita facile.

Io sono tra coloro che pensa che quando sei in difficoltà tu dai il meglio di te, penso allo straordinario scatto fatto in occasione dell'elezione dei Presidenti di Camera e Senato.
La stessa cosa non la si può dire quando le condizioni sono di tranquillità, pensa a cosa è successo in prima delle elezioni dove tutti davano per vincente il Centrosinistra e quindi si è scelto di non farla la campagna elettorale affogando nel dilemma "Monti si, Monti no".
Ma adesso basta, hai detto governo di cambiamento e cambiamento sia. A partire dal Pd.
Basta con le mezze verità, con le parole dette e non dette, con le scelte mai fatte. E si chiuda definitivamente con la teoria di Veltroniana memoria del "Ma anche". E' il tempo delle scelte chiare e decise che cambino nel profondo la cultura politica del Paese.
Da qui a Mercoledì, quando presumibilmente tornerai da Napolitano, hai tutto il tempo di giocarti una partita che dovrà essere tutta in attacco.
Parla a noi elettori, perchè venga capito anche dagli eletti, che il Centrosinistra ha in grambo il sogno di un Paese diverso, che accantona definitivamente, non tanto Berlusconi, quanto venti anni di berlusconismo.
Solo così potrai farcela e con te potrà farcela il Paese che mai come adesso ha espresso un desiderio di cambiamento.
Dicevo all'inizio che comincia per te la via crucis.
La via crucis porta al Golgota, al luogo della morte.Lì davanti a te c'è però un bivio, una strada nuova. Sei di fronte ad una scelta: accettare l'abbraccio di Berlusconi e continuare così verso il Golgota oppure prendere quella strada, quella lì sulla sinistra.
Dai Bersani, stupiscici!




7 commenti:

  1. Bersani il vero riformatore.Tutti si riempiono la bocca di riforme ma solo Lui le ha già fatte e solo lui stà cambiando democraticamente questo paese.E' l'unico segretario di partito eletto con le primarie,ha voluto le primarie sia per le regioneli che per le parlamentari.Ha aperto le primarie per la canditatura a premier,derogando allo statuto del PD, e non è colpa sua se altri non le hanno vinte.Forza,vai avanti, senza Grillo e Berlusconi ma con i parlamentari che vogliono veramente una Italia rinnovata e di nuovo lider in europa.Grazie per le emozioni che ci hai dato e per l'impegno che stai mettendo per migliorare il nostro paese.

    RispondiElimina
  2. Io spero tanto che Bersani riesca nel suo intento e soprattutto perchè merita veramente un successo come questo. Spero che gli Italiani si rendano conto che solo lui ha la preparazione per fare questo cambiamento
    BUONA FORTUNA!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. spero che i senatori del movimento5 stelle abbiano assistito allo squallido spettacolo che il pdl ha offerto come digestivo oggi pomeriggio. spero che si facciano un esame di coscienza , e non consegnino questo nostro paese a quel pazzo egocentrico. se cambiamento si vuole ,ci si siede ad un tavolo e si trova un accordo peril bene di questo paese.

    RispondiElimina
  4. ....mah!....compagni......presumo che sarà dura che vi stupisca....

    RispondiElimina
  5. Diciamo pure che di passi indietro ne ha fatti e quelli di M5S l'hanno capito! passi indietr sono stati per prendere l'incarico, sperando che i comico cambi idea oppure prchè ci crede? Diciamo pure che se dovesse governare coni voti del PDL, Grillo ha vinto!!! Diciamo infine, che s dovesse governare con il PDL, deve dare le dimissioni. Si torna a votare, ma non conlui. Non ho sentito nesuno che abbia detto o scritto, che abbiamo perso le elezioni, solo pe la sua troppa sicurezza di vincere.

    RispondiElimina
  6. in ogni caso, non è certo M5S che consegna la Nazione all'egocentrico, ma il PD. Non dobbiamo governare con i voti del PDL. Assolutamente. Se M5S non vota la fiducia al PD ed invece li riceve dal PDL, subito dimissioni. A costo di ritornare al voto con la stessa legge elettorale. Cosa ci racconterà dopo che ha continuato a dire di non voler fare un Governo di larghe intese?? Cosa ci racconterà doo averlo chiamato Giaguaro da smacchiare. Sono d'accordo con il sindaco pugliese. Mai con il PDL.

    RispondiElimina
  7. ...ma andando a rivotare, e le urne dovessro riproporre uno schema che non si allontana da quello attuale, con tre schieramenti pressochè uguali...l'unica soluzione sarebbe di un governo di larghe intese( con signori che abbandonino tesi precostituite!)....se fossi nella sinistra io non sottovaluterei che in caso di ingovernabilità(....manifestazioni incidenti ecc......) non compaia la figura d'un commissario, plenipoten-ziario.....militare!. Allora si........

    RispondiElimina