Pietro Occhiuto

Pietro Occhiuto

domenica 17 marzo 2013

M5S, prima fronda. L'ira di Grillo e l'irona del web

L'elezione di Laura Boldrini e Pietro Grasso alla presidenza di Camera e Senato ha segnato la prima fronda nel Movimento 5 Stelle. Una dozzina di senatori grillini ha votato il candidato del Centrosinistra alla Presidenza del Senato, Piero Grasso, e lo hanno fatto contro le direttive del Movimento.
E' come se l'onda di ritorno dello tsunami grillino si fosse abbattuta sul Movimento stesso.

La furia di Grillo si è abbattuta con violenza sui frondisti e dal suo blog li invita a dimettersi. Il leader ricorda che il "codice di comportamento degli eletti" del M5S prevede che le votazioni in aula siano decise a maggioranza. "Se qualcuno si fosse sottratto a questo obbligo - sostiene - ha mentito agli elettori, spero ne tragga le dovute conseguenze".
Sono però in tanti, tantissimi ai quali non è assolutamente piaciuta la nota di Beppe Grillo. Tra chi denuncia la svolta autoritaria del M5S, causata appunto dalla scomunica grillina, e chi si dice deluso e che non voterà più il Movimento. 
Questo sommavimento contro il leader solleva la "sporca dozzina" dei traditori i quali non sembrano essere preoccupati da quello che dice il capo del Movimento. Francesco Molinari, senatore del M5S, su Facebook scrive: "Leggo stamattina il post sul voto di ieri al Senato. Mi sento di dirgli di stare sereno, non c'è nessun traditore - scrive - Il M5S al Senato è unito: nessuna alleanza nessuna fiducia. Solo un consiglio a chi ha scritto il post. Studiare le differenze fra Cariche Istituzionali e Ruoli politici non farebbe male". E poi secondo loro votare Grasso e Schifani non è la stessa cosa.
Ed intanto sul web si scatena l'ironia, su twitter è nato l'hashtag #M5SpiùL con i quale una moltitudine di cibernauti commentano le prime vicissitudini grilline.

2 commenti:

  1. se Grillo non ha gradito l'elezione del presidente di senato e camera per sblollire l'ira puo'sempre andare a dare via il culo.

    RispondiElimina
  2. Salvatore Trobia20 marzo 2013 21:45

    Questi signori si devono decidere cosa vogliono fare da gandi!!!! Sono stati eletti per cambiare l'Italia, hanno la possibilità di farlo, che lo facciano adesso. Hanno la possibilità di cambiare la politica, come dicono loro, che la cambino. on possiamo continuamente andare ad elezioni solo per la stupidità del nuovo che avanza in politica.

    RispondiElimina