Pietro Occhiuto

Pietro Occhiuto

domenica 17 marzo 2013

Sinistra, il coraggio del cambiamento

Alla fine la Sinistra ce l'ha fatta. Il primo traguardo, quello dell'elezione dei Presidenti delle Camere, è stato tagliato e lo è stato fatto nel migliore dei modi. Dopo giornate di trattative sterili e infruttuose, Bersani e la coalizione di Centrosinistra, ieri mattina ha fatto la proposta che ha sparigliato le carte: Laura Boldrini alla Camera e Piero Grasso al Senato.

Due nomi al di fuori della nomenclatura, di straordinario appeal  pescati, tanto per usare un concetto in uso dopo l'elezione del Papa, dal profondo della società civile.
L'elezione di Laura Boldrini è una di quelle cose che inorgoglisce l'Italia, una vita spesa per difendere i diritti degli ultimi e non a caso nel suo discorso inaugurale la nuova Presidente ha auspicato che questa, tra le altre cose, possa essere una legislatura dei diritti.
La stessa cosa vale per Piero Grasso, allievo di Giovanni Falcone, ha fino all'altro ieri servito lo Stato in primissima linea nella lotta alle mafie
Di fronte a queste due straordinarie personalità gli altri schieramenti hanno mostrato attacchi di panico, per giustificare il no alla propsta del Centrosinistra avrebbero dovuto far ricorso al lessico della politica politicante. E così è stato.
I colonnelli della destra si aggiravano furiosi nei corridoi del Parlamento, i tecnici di centro si sono mostrati offesi ed i grillini, dopo aver tenuto in Senato un'infuocata  riunione di gruppo, si sono spaccati sul voto a Grasso. Senza tener conto del fatto che anche alla Camera sono stati tra coloro che hanno apprezzato maggiormente il discorso della nuova Presidente.
Colpo grosso di Bersani e Vendola, sono indubbiamente loro quelli che ne escono meglio da questa tornata. Sono riusciti a tirar fuori nel migliore dei modi la Sinistra dall'angolo nel quale lei stessa si era cacciata.
La proposta del ticket Boldrini-Grasso sta a dimostrare che la sinistra, se ha coraggio, sa produrre una politica di cambiamento. La buona politica, quella di fronte alla quale, anche Grillo ed il suo movimento  sembra vecchio 

0 commenti:

Posta un commento