Pietro Occhiuto

Pietro Occhiuto

mercoledì 10 aprile 2013

Il rottamato ed il rottamatore, D'Alema e Renzi si incontrano

Alla fine il rottamato, Massimo D’Alema, ed il rottamatore, Matteo Renzi, si potrebbero incontrare.
Dopo essersi fatti una guerra senza confini che aveva portato D'Alema, durante le primarie, a dire "Se Renzi dovesse vincerle, io tornerò a fare politica attiva", adesso parte la pacificazione segnata da un obbiettivo comune: affossare Bersani ed andare verso n governo di larghe intese.

D'Alema sarà a Firenze giovedì per partecipare a una lezione del Sum, l’istituto di Scienze umane dell’Università toscana e contemporaneamente il sindaco Matteo Renzi è previsto resti a Firenze. Da qui le voci di un possibile incontro fra i due, sempre più insistenti.
Ad organizzare l'iniziativa è stato l’ex vicesindaco del capoluogo toscano, renziano anch'esso, Dario Nardella. Il sindaco comunque sembra non dover essere presente all'iniziativa e quindi, se incontro ci sarà, dovrà svolgersi al riparo da occhi indiscreti, forse a Palazzo Vecchio.
Il colloquio potrebbe servire per rafforzare quel dialogo con quella parte del partito delusa dal segretario, o comunque critici su come ha gestito il post-elezioni.
E poi si sa, mentre Bersani è gelido sul governissimo, Renzi lo ha chiesto espressamente e chi meglio di D'Alema può offrirgli la sponda giusta?
I dissidi all'interno del PD continuano e come se non bastasse ieri il Consiglio regionale della Toscana ha votato i tre delegati da inviare in Parlamento per l'elezione del Presidente della Repubblica. Renzi è stato sconfitto per due voti. 

0 commenti:

Posta un commento