Pietro Occhiuto

Pietro Occhiuto

giovedì 30 maggio 2013

Ciao Franca!

Una vita dedicata al teatro, ma anche all'impegno politico e civile al fianco del marito Dario Fo.
In una lettera Franca Rame scrisse: "Penso anche al mio funerale e qui, sorrido. Donne, tante donne, tutte quelle che ho aiutato, che mi sono state vicino, amiche e anche nemiche…vestite di rosso che cantano Bella ciao”.
L'Italia perde una protagonista del panorama culturale. Si spegne un'altra delle voci libere e belle di questo Paese.
Franca Rame si è spenta oggi all'età di 84 anni: nell'aprile 2012, un ictus, che l'aveva costretta ad un ricovero d'urgenza al Policlinico di Milano.
Una donna e un'artista straordinaria. La nostra coscienza civile e democratica deve molto alle storie raccontate, recitate, scritte da Franca Rame. Il suo femminismo fu anche la personale testimonianza della violenza aberrante del potere. “Ma quello che vorrei continuare a dire alle donne, anche dopo la mia morte, è di non perdere mai il rispetto di se stesse, di avere dignità. Sempre. Ripensando alla mia vita non ho mai permesso che mi si mancasse di rispetto”. Questa è la frase testamento di Franca Rame.
L'Italia perde un grande punto di riferimento.

0 commenti:

Posta un commento