Pietro Occhiuto

Pietro Occhiuto

sabato 6 luglio 2013

Un nuovo orizzonte per Reggio Calabria

Tornare a Reggio Calabria e trovarla rassegnata al suo declino.questa è la sensazione che si ha nel visitare questa straordinaria città.
Una città dove la cattiva politica degli ultimi anni ha lasciato segni indelebili di un forte degrado civico.
L'orologio della storia per Reggio sembra essersi fermato all'epoca di Italo Falcomatà, compianto sindaco di Reggio, l'ultimo che ha cercato di dare una vocazione alla città dello Stretto partendo dalla lotta alla illegalità e mettendo al centro il senso civico.
Tutto ciò si è smarrito negli ulti anni: le giunte Scopelliti ed Arena e l'avvento recente dei Commissari hanno sancito il degrado di Reggio.
Ma c'è qualcuno che a questo degrado non si rassegna. Oggi nasce Orizzonti Mediterranei, un laboratorio politico dove donne ed uomini di Reggio, soprattutto ragazze e ragazzi, cercano di riprendere quel percorso interrotto con la prematura morte di Falcomatà.
Tra qualche mese a Reggio si andrà all'elezione del nuovo Sindaco e del nuovo Consiglio Comunale dopo che il precedente era stato sciolto per mafia, Reggio saprà raccogliere la sfida lanciata da Messina. Dall'altra parte dello Stretto nelle scorse settimane è stato eletto Sindaco Renato Accorinti, pacifista ed uomo fuori dalle regole della politica. Reggio cosa farà?
Orizzonti mediterranei ha l'obiettivo di dare a Reggio Calabria una vocazione che consenta tra l'altro ai figli di questa straordinaria terra di avere prospettive ed opportunità.

0 commenti:

Posta un commento